Professione

Le Casse chiedono maggiore chiarezza

di Federica Micardi

In breve

Alcuni enti di previdenza dei professinisti segnalano che il testo può dare adito a fraintendimenti che andrebbero chiariti, va meglio definita la platea di riferimento e specificato il criterio cronologico di assegnazione dell’aiuto che deve essere anticipato dalle Casse.

Il decreto che eroga i 600 euro anche ai professionisti iscritti agli Ordini ha messo in allarme diverse Casse di previdenza perché, per come è scritto, può dare adito a interpretazioni diverse. È il caso, per esempio, dell’articolo 1, comma 2, lettera a) relativo a chi guadagna meno di 35mila euro: viene precisato che possono chiedere questo aiuto i professionisti «la cui attività sia stata limitata dai provvedimenti restrittivi emanati in conseguenza dell’emergenza da Covid-19». Non è chiaro cosa...