Imposte

Nessuna sanzione per il credito ricerca e sviluppo indebito

di Emanuele Reich e Franco Vernassa

Credito d’imposta ricerca e sviluppo del quinquennio 2015-2019 all’ultimo tornante prima del traguardo: le imprese possono rivedere la propria valutazione sull’attività svolta per la determinazione del credito ed eventualmente decidere di ravvedersi, anche parzialmente. Con l’articolo 5, commi 7-12, del decreto fiscale, le imprese che hanno utilizzato indebitamente il credito di cui all’articolo 3 del Dl 145/2013 maturato dal 2015 al 2019 lo possono riversare spontaneamente senza sanzioni ed interessi...