Controlli e liti

Non è applicabile la direttiva recepita male

di Marina Castellaneta

Una direttiva non recepita o recepita male in un ordinamento nazionale non può creare obblighi a carico di un singolo e, quindi, non può essere fatta valere nei suoi confronti nelle controversie tra privati. Di conseguenza i giudici nazionali, se non possono procedere all'interpretazione conforme, non sono obbligati alla disapplicazione del diritto interno. Lo ha stabilito la Corte di giustizia dell'Unione europea con la sentenza depositata il 7 agosto nella causa C-122/17.

È stata la Corte di appello...