Esperto RispondeAdempimenti

Non è possibile trasmettere tramite cassetto fiscale i corrispettivi certificati con scontrino cartaceo

di Giuseppe Barbiero

La domanda

Una società entro il 31 dicembre 2020 non si è dotata di misuratore fiscale telematico e ha continuato sino alla seconda decade di marzo 2021 a rilasciare il normale scontrino al cliente certificando quanto incassato sul registro dei corrispettivi. Per il periodo gennaio/marzo 2021 è comunque consentito trasmettere mediante canale telematico a mezzo del proprio cassetto fiscale tali corrispettivi? In cosa incorre il contribuente? Potrebbe sanare tale violazione?
F. Z. - Napoli

È da premettere che all’attualità non è possibile trasmettere mediante canale telematico a mezzo cassetto fiscale della società/contribuente i corrispettivi incassati nel periodo gennaio/marzo 2021 e certificati con emissione di scontrino fiscali cartacei. L’omessa trasmissione - mediante registratore telematico- dei dati di tali corrispettivi, può essere sanata, qualora la violazione non abbia inciso sulla corretta liquidazione dell’Iva effettuata, con riferimento ai corrispettivi del periodo suindicati...