Imposte

Non sono royalties i compensi al distributore non residente

di Fabrizio Cancelliere e Gabriele Ferlito

I compensi pagati da un’impresa italiana a un soggetto non residente per la distribuzione di copie di programmi informatici non costituiscono royalties per il percettore, ma al massimo business profit. Su questi compensi, pertanto, non si applica la ritenuta a titolo d’imposta prevista dall’articolo 25, comma 4, Dpr 600/1973. Sono queste le conclusioni cui è giunta la Ctr Lombardia 60/29/2017 (presidente Gravina, relatore Crespi)....

La contesa trae origine da un avviso di accertamento con cui l’agenza...