Professione

Non va snaturato l’istituto dell’allerta

di Stefano Ambrosini

La grande novità della legge sulle crisi d’impresa è rappresentata dalle misure di allerta. Il testo uscito dalla commissione di riforma prevedeva soglie troppo basse ai fini della segnalazione da parte dei creditori pubblici qualificati (Fisco e Inps) e il governo ha opportunamente provveduto a innalzarle, con ciò evitando di incorrere in rischi di overdeterrence e di gravare il sistema di una mole abnorme di segnalazioni. Ma il vero nodo politico riguarda in questo momento l’allerta interna, cioè...