Imposte

Nuovo patent box, agevolate anche le attività di ricerca e sviluppo «esterne»

di Diego Avolio e Benedetto Santacroce

Il decreto fiscale (Dl 146/2021) ha riscritto profondamente le modalità di funzionamento del patent box. Si passa infatti da un’agevolazione del reddito dei beni intangibili (Ip) – con le tante complicazioni connesse all’applicazione dei metodi di transfer pricing – a una maggiorazione del 90% dei costi deducibili sostenuti per le attività di ricerca e sviluppo relative ai beni utilizzati direttamente o indirettamente dall’impresa: il software coperto da copyright, i brevetti industriali, i marchi...