Contabilità

Partecipazioni qualificate a rischio Ue

di Dario De Santis e Oliver Riccio

Il disegno di legge di Bilancio 2018 prevede un consistente aggravio della tassazione applicabile alle plusvalenze realizzate dalle società non residenti su partecipazioni qualificate in società italiane.

La tassazione di questi proventi viene infatti uniformata a quella prevista per le partecipazioni non qualificate dato che, dal 1° gennaio 2019, si applicherà una imposta sostitutiva del 26% sull’ammontare della plusvalenza realizzata in luogo della attuale minore tassazione (11,93% e, dal 2018, ...