Controlli e liti

Per la modifica dell’accertamento serve il requisito della «novità»

di Roberto Bianchi

La facoltà attribuita all’amministrazione finanziaria di integrare o modificare un precedente accertamento è subordinata alla sussistenza di informazioni connotate dal requisito della novità, le quali devono essere non soltanto sconosciute, ma anche non conoscibili dall’ufficio al momento del precedente accertamento, essendo inibita la facoltà di valutare differentemente, in un momento successivo, dati e documenti già nella disponibilità dell’Agenzia.
Relativamente ai “nuovi elementi” è stato ulteriormente...