Controlli e liti

Pierre Gramegna (ministro delle Finanze del Lussemburgo): «Web tax, evitare soluzioni nazionali»

di Alessandro Galimberti

Dici Lussemburgo e pensi al paradiso. Magari non più “fiscale” - il Granducato dal 2015 è «largely compliant» per il Global Forum of transparency and exchange of information, e tripla “A” per le agenzie di rating - ma certo i fondamentali del paese raccontano ancora di un “over the top”. Con il 23% del rapporto debito pubblico/Pil, secondo paese al mondo per stabilità politica, 1° nell’innovation efficency ratio, con una capitale al top mondiale per potenziale economico e per efficienza amministrativa...