Contabilità

Professionisti e artisti, le eccedenze dell’anno si perdono

di Giorgio Gavelli

AdobeStock

In breve

I contribuenti nel regime forfettario hanno regole di riporto diverse dagli altri soggetti Irpef o da quelli Ires: scalabili gli importi maturati prima dell’ingresso nel regime. Per il non profit vale la somma dei redditi delle diverse categorie e delle perdite d’impresa.

Regole diverse per minimi, forfettari e professionisti. I professionisti e artisti e i contribuenti che si trovano nel regime forfettario o in quello (a esaurimento) dei “minimi”hanno regole di riporto differenti da quelle per i soggetti Ires e gli altri soggetti Irpef.

Minimi e forfettari
Le perdite maturate nel periodo di applicazione del “regime di vantaggio” “o dei contribuenti minimi” restano computabili in diminuzione del reddito conseguito nell’esercizio d’impresa, arte o professione dei periodi...