Imposte

Quote e terreni, le insidie dell’affrancamento

di Giorgio Gavelli

È una scorciatoia collaudata, ma non priva di insidie, quella che consente ai soggetti non operanti in regime d’impresa di sottrarre all’imposizione Irpef progressiva le plusvalenze latenti maturate su aree e partecipazioni. La possibilità, oltre ai terreni, riguarda sia le partecipazioni qualificate che non (purché non quotate) e richiede il versamento di un’ imposta fissa dell’8% sul valore di mercato dei beni.

La legge di Bilancio 2017 (comma 554 dell’unico articolo) prevede questa facoltà fino...