Imposte

Reverse charge sulle certificazioni d’inglese alle scuole italiane

di Anna Abagnale

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

I servizi educativi e didattici resi da enti esteri a committenti (enti o scuole) stabiliti in Italia sono soggetti ad Iva in reverse charge. Gli stessi servizi, erogati da soggetti passivi nazionali, beneficiano dell’esenzione dall’imposta e non sono soggetti agli obblighi di fatturazione e registrazione.

Con questi due chiarimenti (consulenze giuridiche 6 e 7 pubblicate il 18 maggio), le Entrate rispondono ad alcuni dubbi sollevati dagli organismi rappresentativi di enti e scuole di formazioni...