ApprofondimentoImposte

Rivalutazione del Tfr, l’eccesso di imposta deve attendere la dichiarazione

di Michele Meroni e Claudio Sabbatini

N. 8

settimana-fiscale

Il credito di imposta sostitutiva, versata sulla rivalutazione del Tfr, deve attendere la presentazione del modello 770 per l’utilizzo in compensazione. Ed è richiesta anche l’apposizione del visto di conformità. Questo stando alle regole di compilazione del modello dei sostituti d’imposta, che verrà trasmesso il prossimo autunno. E la compensazione del credito, derivante dall’eccesso di versamento, potrà essere effettuato trascorsi dieci giorni dalla presentazione del modello.


La rivalutazione del 2023

Il 18 dicembre scorso è stato effettuato il versamento di acconto (prima rata pari al 90% del debito complessivamente dovuto) dell’imposta sostitutiva sulla rivalutazione del Tfr (articolo 11, Dlgs 18 febbraio 2000, n. 47).

Poiché il dato previsionale dell’inflazione 2023 risultava essere di livello decisamente più contenuto rispetto a quella dell’anno...