Professione

Si dice equo ma in realtà è «l’iniquo compenso»

di Angelo Deiana, presidente di Confassociazioni

Si dice equo compenso, ma dietro c’è un iniquo compenso. Si tratta della nemmeno velata richiesta del sistema ordinistico di recuperare un sistema di tariffe minime sotto il nuovo nome di “equo compenso”, cercando un appiglio (fragile) nella crisi e nelle asimmetrie esistenti tra professionisti e contraenti forti (Pa, banche, grandi imprese, assicurazioni).

Di qui, nel percorso pre-elettorale che stiamo vivendo, il fiorire di proposte tese a ripristinare tale regime di tariffe, coinvolgendo magari...