Controlli e liti

Società di comodo, non basta la richiesta di contributi

di Dario Deotto

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

La richiesta di finanziamenti o contributi pubblici, poi non accordati (che hanno impedito il proseguimento dell’attività), non costituisce una oggettiva situazione che è in grado di superare la presunzione legale delle società di comodo.

Risulta questo il principio di diritto stabilito dall’ordinanza 16697/2021 depositata il 14 giugno, con la quale la Cassazione svolge anche una serie di digressioni su quella che dovrebbe essere la condotta minima, sotto il profilo economico, per giustificare...