L'esperto rispondeAdempimenti

Software Cim, istanza anche a investimento concluso se non è cofinanziato dalle risorse Pon/Fesr

di Gabriele Ferlito

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

La domanda

Data la novità ultima sulla possibilità di utilizzare il nuovo software “Cim” solo a partire dal 7 giugno 2022, le imprese ci chiedono se possibile iniziare e concludere l’investimento prima dell’invio della domanda; ad esempio, quando sarà possibile, a giugno, invieremmo la domanda su investimenti che abbiano come data di inizio 1° maggio 2022 e data di fine 31 maggio 2022. L’importo dell’investimento da realizzare nel 2022 è pari a 80.000 euro (sebbene la stessa impresa abbia già realizzato altri investimenti con altre domande di autorizzazione nel 2021) e quindi inferiore al parametro di 500mila euro, per essere interessato al cofinanziamento Pon. È possibile in tale situazione inviare la domanda a giugno quindi, ad investimento ultimato?
T.R. – Matera

La risposta è positiva. La preventività della presentazione dell’istanza rispetto al completamento dell’investimento è prevista dalla normativa europea (e richiamata dalla circolare dell’agenzia delle Entrate 34/E/2016) solo con riferimento ai progetti che godono delle risorse Pon/Fesr. Si tratta di investimenti per importi uguali o maggiori di 500mila euro, ritenuti meritevoli dell’accesso a tali fondi, e non della generalità degli investimenti. Al di fuori dei casi indicati, non sussistono vincoli...