Adempimenti

Soluzione non legata solo a criteri quantititavi

di Maria Carla De Cesari

Dal 2003 il legislatore si è esercitato a disciplinare il lavoro accessorio occasionale, passando da una regolamentazione delimitata ad alcuni ambiti di attività o a lavoratori con particolari caratteristiche soggettive a una incentrata sul compenso entro un massimale. L’aumento esponenziale del ricorso ai voucher ha portato, per scongiurare il referendum promosso dalla Cgil, all’abolizione del lavoro accessorio con il Dl 25/2017. Una decisione draconiana che ha evitato di esercitarsi con la realtà...