Esperto RispondeAdempimenti

Spesometro, per i servizi a privati italiani residenti all’estero può bastare nome e cognome

di Rosanna Acierno

La domanda

Sono state effettuate due prestazioni professionali (compilazione modello Redditi e relativa consulenza fiscale) a due contribuente, soggetti privati consumatori, cittadini italiani residenti all’estero, uno in Spagna l’altro in Svizzera entrambi iscritti all’Aire. All’agenzia delle Entrate hanno dichiarato il proprio domicilio fiscale in italia. Entrambe le prestazioni sono state regolarmente fatturate assoggettandole ad Iva in quanto effettuate in Italia.
Nello spesometro quale codice identificativo e quale codice di riferimento alla nazionalità di detti soggetti bisogna indicare?

Come emerge dalla lettura delle risposte alle Faq consultabili sul sito dell’agenzia delle Entrate in merito ala comunicazione dei dati delle fatture, in caso di operazioni effettuate nei confronti di soggetti privati non residenti in Italia, con emissione della fattura, è stata riconosciuta la possibilità di compilare il campo “IdPaese” con il valore del Paese del committente o cessionario (e, dunque, nel caso prospettato con il valore corrispondente alla Spagna e alla Svizzera) e il campo “IdCodice...