Controlli e liti

Titoli, insufficiente la firma sull’ordine

di Angelo Di Sapio e Daniele Muritano

La banca che non informa il cliente della rischiosità degli investimenti deve risarcirlo della minusvalenza, a maggior ragione se si tratta di titoli in caduta libera. Lo ha confermato, in sede civile, il Tribunale di Ascoli Piceno (n. 985/2017) in una vicenda che, per certi aspetti, sembra echeggiare Ionesco. Dall’esito dell'istruttoria processuale risultava infatti che la banca aveva acquistato titoli ad alto rischio all’insaputa dell'investitore, facendogli firmare carteggi postumi.

L’investitore...