Imposte

Split payment «allargato» ma senza gli acquisti in reverse charge

di Stefania Saccone

Dal 1° luglio lo split payment estende il proprio raggio d’azione a tutte le Pa inserite nell’elenco definito annualmente dall’Istat. A seguito delle modifiche apportate dal decreto manovrina (in attesa di pubblicazione in «Gazzetta Ufficiale»), lo split payment troverà applicazione nei confronti di tutti gli enti pubblici destinatari delle fatture elettroniche indicati nel conto economico consolidato della Pa. Rimangono escluse dallo split payment, le cessioni di beni e le prestazioni di servizi...