Contabilità

Terzo settore, attività secondarie senza prevalenza sulle principali

di Gabriele Sepio e Thomas Tassani

Con la riforma del Terzo settore andranno in soffitta alcune disposizioni che finora hanno regolato, talvolta anche sovrapponendosi, le attività commerciali svolte dalle Onlus e, in particolare, dalle organizzazioni di volontariato, allo scopo di sostenere le finalità principali dell’ente.

È il caso delle attività commerciali «connesse» (per le Onlus) e delle «marginali» ( per le organizzazioni di volontariato, che sono anche Onlus di diritto) che, a partire dal nulla osta della Commissione europea...