Controlli e liti

Accertamento presuntivo, il giudice deve valutare la prova contraria

di Roberto Bianchi

Nell’ambito dell’accertamento tributario afferente l’imposizione diretta e l’Iva, la disciplina prescrive che l’insussistenza di passività dichiarate o le rappresentazioni fasulle possono essere dedotte anche in forza di presunzioni semplici, purché gravi, precise e concordanti, senza che sussista la necessità, da parte dell’amministrazione finanziaria di fornire prove “certe”. Di conseguenza, il giudice tributario di merito, investito della controversia sulla legittimità e fondatezza dell’atto impositivo...