Adempimenti

Cfc, la «trasparenza» allarga il raggio d’azione

di Pierpaolo Ceroli e Agnese Menghi

In tempo di dichiarazione dei redditi, chi detiene, anche indirettamente, una partecipazione di controllo in una società estera deve prestare particolare attenzione alla disciplina Cfc (controlled foreign companies) prevista dall’articolo 167 del Tuir (Dpr 917/1986). Le partecipate che si trovano in Paesi a fiscalità ordinaria potrebbero infatti ricadere nell’ambito applicativo della disciplina Cfc e i relativi redditi potrebbero dover essere imputati per trasparenza al controllante. E, dopo le novità...