Controlli e liti

Cooperazione fiscale, richieste di gruppo lecite se individuano i contribuenti sospetti

di Alessandro Galimberti

Le richieste di assistenza amministrativa fiscale tra Stati per “gruppi” di contribuenti sono legittime se e in quanto descrivono in modo dettagliato e completo i “bersagli” della verifica, e solo se spiegano gli obblighi fiscali violati e ovviamente le ragioni del sospetto a loro carico.

La Corte di giustizia Ue torna sul meccanismo delle «richieste di gruppo» - schema ancora molto utilizzato da varie amministrazioni e consentito, a determinate condizioni, dalla Direttiva 2011/16 - per definire i...