Imposte

Il neo-protezionismo ostacola la collaborazione internazionale

di Alessandro Galimberti

La rivoluzione fiscale promossa da Donald Trump rischia di diventare una gamba non trascurabile del neo-protezionismo repubblicano. La diminuzione delle aliquote della corporate tax arriva infatti a valle del processo di isolazionismo fiscale che gli Usa hanno deciso di intraprendere negli ultimi mesi dopo aver varato, solo otto anni fa, la battaglia globale al nero internazionale, quantomeno per la quota imputabile ai contribuenti in fuga dall’Internal Revenue Service (l’agenzia fiscale di Washington...