Controlli e liti

Quella scarsa percezione del rischio che non ha spinto la voluntary-bis

di Andrea Tavecchio

Il 31 luglio si chiuderà la seconda finestra della voluntary disclosure e finora non sembra essere decollata, come riportato dal Sole 24 Ore di domenica 16 luglio. Le principali ragioni sono da ricondursi oltre all’assenza di una disposizione ad hoc sul contante, anche ad una mancanza di percezione di come lo scambio di informazioni - su richiesta, spontaneo o automatico – sia ormai una realtà che consentirà all’agenzia delle Entrate di ottenere dati sensibili cui farà verosimilmente seguito la trasmissione...