Imposte

Sui big del web i Paesi Ue procedono in modo unilaterale

di Alessandro Galimberti

In attesa che l’Europa adotti una soluzione omogenea per i 27 (o 28) Paesi in materia di tasse sui servizi digitali (obiettivo sempre più lontano), o meglio ancora che l’Ocse fissi parametri globali (ma non prima del 2022), l’Italia non è l’unico stato membro ad aver adottato «misure unilaterali» sostitutive.

In Francia il 6 marzo scorso il governo ha presentato una proposta di legge sulla tassazione digitale (Dst, ora la vaglio dell’Assemblea nazionale) ispirata al progetto - per ora abbandonato - ...