Controlli e liti

Piccola frode, prescrizione breve

di Laura Ambrosi

Non si interrompe la prescrizione per il reato di dichiarazione fraudolenta mediante fatture false quando l’entità dell’Iva evasa non è rilevante e mancano altri elementi a dimostrazione della gravità del comportamento.

A precisarlo è la Corte di cassazione, sezione III penale, con la sentenza n. 34514 depositata ieri. Un contribuente era condannato per il reato di dichiarazione fraudolenta mediante utilizzo di fatture per operazioni inesistenti in primo ed in secondo grado. Nel ricorso per cassazione...