Controlli e liti

Sequestro probatorio “legittimo” sulle opere d'arte del dissimulato imprenditore

di Alessandro Galimberti

È legittimo il sequestro probatorio di opere d’arte - e della documentazione relativa - a carico di un contribuente indagato per evasione fiscale. Lo ha stabilito la Terza penale della Cassazione (sentenza 57941/17, depositata il 29 dicembre), confermando le decisioni del Riesame di Vicenza sul vincolo probatorio scattato sul patrimonio di un “dissimulato” imprenditore d’arte veneto.
Secondo l’Agenzia l’esigua dichiarazione dei redditi, da poche migliaia di euro, era del tutto incompatibile con i...