Imposte

Sull’opera d’arte vigila la Consob

di Angelo BusaniElisabetta Smaniotto

Non è un’opera d’arte ma un prodotto finanziario l’oggetto del contratto di compravendita con il quale un’opera d’arte viene venduta a un prezzo scontato (del 5-7% rispetto a un dato listino) e concedendo all’acquirente un diritto di “ripensamento”, e cioè la facoltà per l’acquirente di risolvere il contratto di compravendita e di ottenere (restituendo l’opera d’arte) la corresponsione di un importo pari al prezzo di listino dell’opera d’arte, con ciò garantendosi, di fatto, un rendimento finanziario...