Controlli e liti

Fallimento, revocatoria delle rimesse bancarie basata su consistenza e durata

di Michele D’Apolito

La revocatoria fallimentare in tema di rimesse bancarie prescinde dalla natura solutoria o ripristinatoria delle stesse, dovendosi piuttosto accertare se la riduzione dell’esposizione bancaria del cliente, poi dichiarato fallito, sia stata consistente e durevole. È questo il principio affermato nella sentenza 277/2019 del 9 gennaio scorso dalla Cassazione, pronunciatasi su una vicenda introdotta dalla Curatela di un soggetto che nei sei mesi antecedenti la data del fallimento aveva pressoché azzerato...