Controlli e liti

FISCO E SENTENZE/Le massime di merito: firma digitale, giudizio di ottemperanza e lettere d’intento

di Ferruccio Bogetti e Filippo Cannizzaro

L’atto firmato digitalmente va notificato via Pec. Costituzione del concessionario solo ad opera di soggetti «interni». Nel giudizio di ottemperanza gli atti impeditivi non bloccano il rimborso. Va sanzionata l’omessa comunicazione delle dichiarazioni d’intento ricevute. Il codice tributo erroneo e il pagamento tardivo non sempre giustificano la condanna alle spese di lite. Sono questi gli argomenti trattati dalla rassegna di questa settimana delle principali pronunce delle Commissioni tributarie...