Imposte

L’«interpello» al Comune non è mai impugnabile

di Rosanna Acierno

Il provvedimento di rigetto emesso da un ente impositore a seguito di un’istanza del contribuente non rappresenta un atto autonomamente impugnabile dinanzi alle commissioni tributarie. Pertanto, l’eventuale impugnazione comporta l’inammissibilità del ricorso, con contestuale condanna alle spese in capo al ricorrente.
Sono queste le principali conclusioni cui è giunta la Ctp di Modena, con la sentenza 347/1/2018 (presidente e relatore Mottola), depositata il 12 giugno scorso.

L’istanza al Servizio...