L'esperto rispondeImposte

Il bonifico da phishing non è un costo deducibile

di Stefano Mazzocchi

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

La domanda

La nostra società è stata oggetto di phishing attraverso l’effettuazione di un bonifico bancario verso l’estero non autorizzato con home banking utilizzando un virus sui pc e clonando il telefono cellulare per il codice Otp. Abbiamo fatto denuncia ai Carabinieri, alla polizia postale e all’istituto di credito che si ritiene non responsabile. Il nostro revisore legale ci dice che l’importo del bonifico - che non riusciamo a recuperare nemmeno con l’assicurazione - rappresenta un costo non inerente l’attività e pertanto non è deducibile. È così?
V. D. - Treviso

Le differenze di cassa sono riconducibili alla disciplina recata dall’articolo 101 del Tuir (Dpr 917/1986) che prevede la deducibilità delle perdite di beni, diversi dai beni-merce, in presenza di elementi «certi e precisi» che consentano di ricostruirne obbiettivamente l’an e il quantum (risoluzione 22 giugno 2010, n. 54/E). Qualora ricorrano tali presupposti, in linea con quanto precisato con la risoluzione 9 aprile 1980, n. 557, deve ritenersi sussistente anche il requisito della “inerenza”, inteso...