Esperto RispondeImposte

Iva, esenti le prestazioni delle residenze sanitarie assistite (Rsa)

di Giorgio Confente

La domanda

Le residenze sanitarie assistite (non convenzionate, non Onlus e non cooperative sociali) sotto la forma giuridica di società di capitali private, devono emettere fattura per le prestazioni rese ai privati in regime di esenzione Iva ai sensi dell’articolo 10 Del Dpr 600/73?
In caso positivo rientrano, nell’esenzione tutte le prestazioni comprese quelle di vitto, lavanderia eccetera?

La risposta è affermativa. Le prestazioni rese dalle residenze sanitarie assistite (Rsa) rientrano nel regime di esenzione, che si estende anche al vitto e alle prestazioni accessorie, come, ad esempio, il servizio di lavanderia. L’articolo 10, numero 21 del Dpr 633/72 dispone il regime di esenzione per le prestazioni proprie delle case di riposo per anziani e simili, «comprese le somministrazioni di vitto, indumenti e medicinali, le prestazioni curative e le altre prestazioni accessorie». Con la...