Adempimenti

Esonero contributivo respinto, indennità di maternità a rischio

di Matteo Prioschi

Il rigetto della domanda di esonero contributivo parziale, introdotto dalla legge 178/2020, può comportare la perdita dell’eventuale indennità di maternità/paternità, congedo parentale o malattia chiesta dal lavoratore autonomo.

Con il messaggio 3216/2021 pubblicato il 24 settembre, Inps ricorda che agli iscritti alle gestioni commercianti, artigiani, coltivatori diretti, coloni e mezzadri, l’indennità di maternità/paternità o quella di congedo parentale non possono essere erogate se i contributi...