Imposte

Residenza, attestato estero «pesante»

di Marco Piazza

Per applicare direttamente l’esonero totale o parziale dalle ritenute d’imposta previsto dalle convenzioni contro le doppie imposizioni, dalla direttiva madri figlie sui dividendi e dalla direttiva interessi e royalties, il sostituto d’imposta italiano può accettare che l’attestazione dell’autorità estera sulla residenza fiscale del beneficiario allegata alla domanda di sgravio del percettore non residente si riferisca alla data di rilascio dell’attestato e non all’intero periodo d’imposta in cui...