Contabilità

Aumento di capitale, il socio può compensare il credito

di Giorgio Gavelli e Marco Maltoni

In linea di principio, nulla osta alla compensazione tra il debito del socio sorto in occasione della sottoscrizione di un aumento di capitale con il credito pecuniario (certo, liquido ed esigibile) da lui precedentemente vantato.

A impedirlo può valere una espressa deliberazione assembleare motivata in senso contrario, ovvero la postergazione del finanziamento del socio ex articolo 2467 del Codice civile, ma in quest’ultimo caso è onere della società dimostrare la sussistenza delle condizioni affinché...