Contabilità

Codice Antimafia, il Quirinale chiede modifiche

di Lina Palmerini

Firma e promulga la legge sul codice antimafia perché non ci sono «evidenti profili critici di legittimità costituzionale», ma allo stesso tempo Sergio Mattarella sollecita in «tempi necessariamente brevi» un nuovo e «idoneo intervento normativo» per rimediare ad alcuni errori evidenti. Lo fa con una lettera indirizzata a Paolo Gentiloni in cui mette a fuoco due aspetti: il primo è un’omissione, ossia l’assenza nella confisca allargata in caso di condanna penale definitiva, di alcune ipotesi di gravi...