Professione

«Controlli, meno carte e più fatti»

di Gianni Trovati

«Il decreto è un ottimo segnale perché affronta finalmente la sproporzione che abbiamo sempre segnalato fra i compiti dei revisori e i loro compensi inadeguati. Ma ora questa attenzione, di cui diamo atto a Viminale e Mef, deve proseguire affrontando i tanti altri aspetti che restano problematici». Davide Di Russo, vicepresidente del Cndcec e delegato agli enti locali, è anche un revisore dei conti. E segue la professione sia sul piano politico sia su quello pratico.

In cantiere c’è il regolamento...