Imposte

Il fringe benefit a sostegno dell’affitto non annulla le detrazioni fisse per gli inquilini

Dovrebbero rimanere fruibili le detrazioni scollegate dall’entità del canone e dal sostenimento della spesa, come quelle per i lavoratori che si trasferiscono o i conduttori a basso reddito

immagine non disponibile

di Marcello Tarabusi

I nuovi fringe benefit per l’affitto prima casa sono esenti da imposta (entro i massimali di legge), ma secondo l’agenzia delle Entrate annullano le eventuali detrazioni fiscali sui canoni di locazione. Deve, tuttavia, ritenersi che il rimborso non sterilizzi le detrazioni sugli affitti, quando queste sono fisse e non correlate al canone.

Il nuovo limite dei fringe benefit

La circolare 5/E/2024 illustra in dettaglio le novità contenute nel decreto Anticipi per il reddito di lavoro dipendente e, in particolare, la nuova disciplina dei...