Professione

Il professionista non è responsabile se il cliente non comunica i dati corretti

di Antonio Zappi

Non vi è inadempimento professionale e responsabilità del commercialista per versamenti di imposta omessi dal cliente, se l’erronea elaborazione degli importi dichiarati come dovuti è determinata sulla base dei dati forniti dallo stesso. In altri termini, non si può pretendere un’autonoma attivazione, da parte del professionista, finalizzata ad aggiornare la base dei dati in suo possesso per determinare correttamente il debito di imposta. A tali conclusioni è giunto il Giudice di pace di Taranto, ...