Professione

La linea di confine tra piano e proposta è ancora poco chiara

di Enrico Comparotto

Rimane critica nel concordato preventivo, anche nel più recente orientamento di legittimità, la distinzione tra piano e proposta, elementi caratterizzati da un rapporto di sequenzialità.

La proposta, quale strumento negoziale finalizzato all’incontro delle volontà di debitore e creditori si regge infatti sul piano, che rappresenta il mezzo tecnico per l’adempimento del concordato. Per quanto a una prima impressione possa apparire piuttosto delineato, il confine tra i due elementi tende in concreto...