Controlli e liti

Atto sostitutivo valido anche dopo il giudicato sulla rettifica originaria

di Antonio Iorio

Il giudicato su un atto impositivo riferito a vizi formali non impedisce all'ente impositore l'emissione di un nuovo provvedimento sostitutivo del precedente nel quale sono emendati gli errori inizialmente rilevati. A confermare questo principio è la Corte di cassazione con l'ordinanza n. 18420 depositata ieri.

Un contribuente impugnava un avviso di liquidazione Ici eccependo un vizio di motivazione. La Ctp, accogliendo tale doglianza di ricorso, annullava l'atto. Il Comune non impugnava la decisione...