Contabilità

Bancarotta fraudolenta se il pagamento di debiti usurari non è destinato alle necessità dell’impresa

di Romina Morrone

L’imprenditore può essere condannato per bancarotta fraudolenta se viene provato che il pagamento di somme a titolo di debiti usurari non è destinato consapevolmente e volontariamente alle necessità dell’impresa, e se la relativa dazione di denaro “in nero”, non essendo accompagnata da una ricevuta e riportata nelle scritture contabili. Lo ha chiarito la Cassazione con la sentenza n. 37223 del 26 luglio 2017.
L’amministratore unico di una srl dichiarata fallita è stato per aver commesso numerosi fatti...