Esperto RispondeImposte

Bonus mobili al coniuge non convivente per interventi sulla casa del partner

di Marco Zandonà

La domanda

Nel caso di comproprietà al 50% con il proprio coniuge di un’abitazione adibita a seconda casa, e oggetto di lavori di manutenzione straordinaria, e contestuale acquisto di mobili, può il coniuge non convivente e in separazione dei beni detrarre totalmente le spese di ristrutturazione e di acquisto mobili? Si precisa che la Cila e i bonifici per la ristrutturazione e per l’acquisto dei mobili sono intestati esclusivamente al sottoscritto.

Il coniuge non convivente non ha diritto alla detrazione del 50% per ristrutturazioni edilizie e al bonus mobili per interventi eseguiti sulla casa di proprietà dell’altro coniuge anche se sostiene direttamente le spese (fatture e bonifici intestati a lui; articolo 16-bis del Tuir, Dpr 917/1986, e articolo 1, comma 2, lettera c, n. 1 e n. 4, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, di bilancio per il 2017). Nel caso di specie il coniuge non convivente ha diritto alla detrazione del 50% solo a condizione...