Imposte

Case con più alloggi: variazioni proprietarie e catastali per avere il 110%

di Alessandro Borgoglio e Cristiano Dell'Oste

In breve

Edifici costituiti da più appartamenti e costruzioni bifamiliari possono rientrare nel superbonus o esserne esclusi solo in base alla situazione catastale e/o proprietaria. Di fronte alle strettoie dettate dalla norma e dal Fisco, proprietari e consulenti valutano modifiche all’assetto di partenza per rientrare nell’agevolazione.

La via per accedere al superbonus è così tortuosa che tanti professionisti si stanno interrogando – in questi giorni di analisi preliminari – sulla possibilità di modificare l’assetto proprietario o catastale degli edifici, così da rientrare nei requisiti per il 110 per cento. L’intreccio tra legge, decreti ministeriali e circolare 24/E, infatti, fa sì che alcuni edifici – a parità di aspetti “sostanziali” – possano avere diritto (o no) all’agevolazione solo in base al loro inquadramento “formale...