Controlli e liti

Compensazione illecita dei debiti acquisiti in accollo

di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

Commette il reato di indebita compensazione anche chi utilizza crediti inesistenti per pagare debiti tributari di terzi acquisiti mediante accollo. Così la Corte di cassazione, terza sezione penale, con la sentenza n. 55794 depositata ieri, sul caso di una consulente fiscale finita ai domiciliari. All’indagata era stato contestato, insieme ad altri, di aver ideato e commercializzato «modelli di evasione fiscale» con i quali venivano creati crediti inesistenti in capo alla consulente e/o in altre ...