Controlli e liti

Corruzione per l’accertamento con adesione

di Giovanni Negri

Va sanzionata a titolo di corruzione propria la condotta di chi riesce a ottenere un nuovo accertamento, con adesione, dai dirigenti dell’amministrazione finanziaria, dopo avere concordato l’annullamento di quello precedente. Lo mette in evidenza la Corte di cassazione, con la sentenza n. 38500 della Sesta sezione penale depositata ieri. La Corte ha così confermato, sia pure abbassandola, la condanna, accompagnata dalla confisca di quasi 7 milioni di euro, inflitta per la corruzione di un direttore...